asilo nido - il girasole
Benvenuti nel nostro sito
asilo nido IL GIRASOLE
Accesso area genitori
password dimenticata?

Asilo Nido IL GIRASOLE
Via Macedonia, 17 - 00179 Roma
Tel. 06.7887152 - Sms 393.9995510 - 339.7811335
Email info@nidogirasole.com
Asilo nido Il Girasole

Asilo nido - il Girasole
Asilo nido - il Girasole
Asilo nido - il Girasole
HOME > Il bambino


Il bambino


"Se vi e' per l'umanità una speranza di salvezza e di aiuto, questo non potrà venire che dal bambino, perche' in lui si costruisce l'uomo e di conseguenza la società. Il bambino possiede un potere interiore che può guidarci verso un futuro più luminoso."

"Aiutami a fare da solo"


I bisogni insoddisfatti del bambino lasciano un segno nell'adulto, inibendo lo sviluppo intellettuale e indebolendo il carattere morale. Il nostro obiettivo non e' esteriore, e' più profondo, e' che il bambino si eserciti ad osservare, che gli sia permesso di fare confronti tra gli oggetti, formare giudizi, ragionare e decidere; ed e' nell'infinita ripetizione di questo esercizio di attenzione, intelligenza e amore che si compie il vero sviluppo.
Il bambino, in un ambiente preparato, si sente protagonista e realizza il proprio sviluppo intellettivo attraverso l'esperienza diretta; può scegliere le attività secondo il proprio interesse e le porta a termine secondo il tempo che gli e' necessario.
Acquista fiducia in se stesso, si autocorregge, si autoeduca in un sistema di libertà, intesa come aiuto ad esplicare ciò che di meglio c'e' nel suo spirit. E' la libertà di crescere per acquistare autonomia, indipendenza, responsabilità, ma se il bambino non ha potuto agire secondo le direttive dei periodi sensitivi (ordine - movimento - linguaggio), e' perduta per sempre l'occasione di una conquista naturale e spontanea.
Il bambino e' maestro d'amore, e' poeta, e' scienziato, e' cittadino dell'universo, e' custode del segreto della vita.
Il bambino e' costruttore dell'uomo: costruisce intelligenza, volontà, immaginazione, socialità, linguaggio e ogni altra facoltà umana.

"Per il Bambino l'attitudine al lavoro rappresenta un istinto vitale perche' senza lavoro non si può organizzare la personalità: l'uomo si costruisce lavorando"
(Maria Montessori)
L'attività del Bambino ha leggi, ritmi e finalità completamente diverse da quelle dell'adulto e che l'adulto deve rispettare. Il bambino non agisce perche' un'azione venga compiuta, ma perche' ha bisogno di "funzionare" per costruire se stesso: ubbidisce alla legge cosmica della natura. Compito dell'adulto e' dargli il "giusto aiuto" cioe': mettergli a disposizione oggetti adatti e "limitati". L'attenzione dei bambini deve essere attirata e fermata di volta in volta da una sola qualità di oggetti, e anche la quantità e' limitata in modo che il bambino impair il rispetto dell'altro e I tempi dell'attesa, per evitare difficoltà nella scelta e perche', sempre, l'avere "troppo" ritarda lo sviluppo e il progresso. Aiutarlo nell'ordine disponendo i suoi giochi ordinatamente sui ripiani (e non confusamente in ceste o cassetti) e lasciando che ogni volta egli li rimetta al loro posto: nessuno deve farlo sostituendosi a lui.
"Quando parliamo di ambiente comprendiamo tutto l'insieme delle cose che il bambino può liberamente scegliere in esso e usare tanto quanto desidera, cioe' corrispondentemente alle sue tendenze e ai suoi bisogni di attività. La maestra non fa altra cosa che aiutarlo in principio a orientarsi in tante cose diverse e ad apprenderne l'uso preciso, cioe' lo inizia alla vita ordinata ed attiva nell'ambiente; ma poi lo lascia libero nella scelta e nell'esecuzione del lavoro. In generale i bambini hanno diverso desiderio nello stesso momento e uno si occupa di una cosa e uno di un'altra senza che avvengano contese" Maria Montessori, La scoperta del bambino
Gli spazi contenuti ed articolati per attività, facilmente accessibili per sostenere la scelta autonoma dei bambini, con materiali ben tenuti, ben curati in cestini o in vassoi e rinnovati dalle educatrici, favoriscono la concentrazione e contatti meno rumorosi, evitano una sovraesposizione di stimoli e lo stress.
Nel nostro asilo, in particolare, ogni ambiente e tutto il materiale di attività e gioco sono pensati in funzione dei bisogni, delle competenze e dell'età dei bambini e delle bambine.
I lavori inizialmente più graditi al bambino riguardano la cura dell'ambiente e la cura della persona: sono queste le attività di vita pratica.
Spolverare, scopare, stirare, piegare, lucidare, prendersi cura di piante e piccoli animali, tagliare, versare e travasare, infilare, apparecchiare e sparecchiare, lavare i piatti, lavare la bambola, lavare i panni, lavarsi le mani, allacciare bottoni, allacciarsi le stringhe, vestirsi e svestirsi, sono attività basilari che hanno come scopo diretto quello di coordinare e raffinare i movimenti, ma indirettamente preparano la mano al movimento della scrittura.
Le attività di vita pratica hanno anche uno scopo interiore: sono motivo di osservazione, di riflessione, di autocontrollo, utili ad un concreto esercizio del pensiero e allo sviluppo del senso di responsabilità.

"Quando l'uomo pensa, egli pensa ed agisce con le mani. Dappertutto si trovano tracce della mano dell'uomo e attraverso queste tracce possiamo riconoscere lo spirito dell'uomo ed il pensiero del suo tempo"
"Grazie alle mani che hanno accompagnato l'intelligenza si e' creata la civilta"'

(Maria Montessori)
La mano e' l'organo dell'intelligenza, e' lo strumento che aiuta la mente a conoscere, a comprendere l'ambiente. Solamente se il bambino usa le mani potrà sviluppare completamente la sua intelligenza, avere un carattere equilibrato, essere capace di obbedienza. 
Dai primi mesi di vita, dal primo destarsi nel bambino del gesto "cosciente" della mano che cerca di afferrare e stringere, sarà un continuo sviluppo verso la coordinazione mente-mano, tra il desiderio inconscio e la volontà cosciente che guida. 
Compito dell'adulto e' quello di offrire incentivi all'attività della mano del bambino e lasciarlo avanzare verso la conoscenza e l'indipendenza.
"Percepire con esattezza, collegare logicamente le cose percepite: ecco il lavoro dell'intelligenza superiore"
 (Maria Montessori)
Il materiale montessoriano e' preparato in modo che alla fine del lavoro il bambino possa rendersi conto da solo se quello che ha fatto e' giusto o sbagliato ed eventualmente autocorreggersi. 
In questo modo egli ha la soddisfazione delle proprie capacità, di sapere quello che fa, mentre perde la paura di sbagliare, la frustrazione, gli eventuali complessi di inferiorità e timidezza. 
Il bambino si abitua alla "verifica" del proprio lavoro che manterrà anche quando, più grande, non avrà più la possibilità del controllo concreto. 
Controlli dell'errore "casalinghi" possono essere: la sedia che, trascinata anziche' portata, fa rumore; il cassetto che, chiuso male, sporge sugli altri; il piatto che portato senza attenzione, cade e si rompe, non trovare più una cosa perche' non e' stata messa al suo posto...

"La condizione fondamentale perche' una vita che ebbe l'impulso ad esistere, conduca a realizzare l'essere vitale, sta tutta nell'ordine interiore raggiunto"
 (Maria Montessori)
Il senso dell'ordine e dell'orientamento si formano nel 1° anno di vita, quando il bambino e' immobile, ma attento all'ambiente che va scoprendo giorno per giorno. 
Vede cose enormi e sconosciute che deve imparare a riconoscere e localizzare. Per questo ha bisogno di un lungo studio, di uno sforzo costante di attenzione e concentrazione. Ha bisogno di vedere le cose allo stesso posto, di ritrovarsi e di ritrovarli nelle stesse posizioni per capire, assorbire l'ambiente, riconoscerlo. 
Cambiarlo continuamente di posto significa "disorientarlo" nel senso letterale della parola, come gli e' di disturbo essere continuamente interrotto quando e' assorto in qualche osservazione. Mai come in questo periodo l'essere umano e' ABITUDINARIO e ha bisogno di tranquillità. 
Oggetti e ambienti nuovi devono essere proposti gradatamente e con tatto. Un oggetto fuori posto, un tavolo in disordine, l'essere lavato in posizione diversa da quella abituale, possono essere causa di pianti disperati. E' in questo periodo, talvolta per i motivi più banali, che si può assistere ai turbamenti più tenaci, alle irrequietudini, ai capricci inspiegabili; e' in questi primi mesi di vita che mette le radici il disordine ostinato di certi bambini.

"La dignità umana deriva dal sentimento della propria indipendenza"
(Maria Montessori)
Il bambino e' una personalità attiva che mediante la stessa attività motrice che l'ha portato all'esplorazione dell'ambiente e all'accumulo delle impressioni nei primi due-tre anni, deve poi creare la sua autonomia e indipendenza. 
La sua attenzione deve essere stimolata provocando un desiderio - bisogno di azioni ripetitive con le quali hanno inizio le sue elaborazioni e la sua formazione interiore. Usando gli oggetti il bambino impara a servirsene. 
L'adulto deve solamente insegnare l'USO ESATTO degli oggetti nell'ambiente, mostrare con movimenti lenti, precisi, minuziosi; dare le regole, sentire la propria responsabilità in questo compito, ma dare responsabilità e fiducia al bambino: AIUTARLO A FARE DA SOLO. Gli adulti che continuano a "servire" il bambino, che si sostituiscono a lui impedendogli di essere autonomo, di "poter fare", formano bambini insicuri e ribelli: degli "schiavi" che non sapranno vivere senza qualcuno che agisca per loro e che li comandi. L'aiuto inutile e' il più grande ostacolo allo svolgimento della vita, e' la prima radice di tutte le repressioni, la prima causa di tutte le deviazioni. Il bambino e' condotto all'impotenza, viene offesa la sua dignità perche' viene convinto di essere un incapace. 
Insegnargli a fare da solo e' l'atto d'amore più grande di cui l'adulto possa dar prova.

 





Tags : ambientamento nido



 

NEWS ED EVENTI

PERCORSO NASCITA
Da Gennaio l'Asilo...
vai al dettaglio della news segue


CORSO LIS I Livello SEMI INTENSIVO
Da Gennaio Corso di Lingua dei Segni Italiana ...
vai al dettaglio della news segue



VAI ALLA LISTA NEWS

PUBBLICITA'

banner pubblicitario nidogirasole.com
banner pubblicitario nidogirasole.com
banner pubblicitario nidogirasole.com
APRI UN ASILO NIDO IL GIRASOLE
banner pubblicitario nidogirasole.com
NEWSLETTER
Per ricevere via e-mail gratis le newsletter del nostro asilo




Realizzazione siti wev Certificazione ISO 9001:2008
© Copyright Il Girasole | tutti i diritti riservati - Asilo nido - Il Girasole - C.F./P.Iva 09508891000 - Email: info@nidogirasole.com